Questo sito utilizza i "cookie" per facilitare la tua esperienza di navigazione. Accetta e continua - Cookie Policy

Terapia Energetica

Ultrasuoni

L’interazione degli ultrasuoni con i tessuti biologici produce effetti meccanici,
termici, chimici e di cavitazione.

Effetti meccanici: l’azione meccanica è dovuta al movimento delle particelle dei
tessuti attraversati dall’onda ultrasonica. Le variazioni di pressione che si
producono sono in grado di determinare un movimento dei liquidi in presenza
di disomogeneitĂ  (microcorrenti), un aumento della permeabilitĂ  di membrana
e la scompaginazione dei tessuti per separazione delle fibre collagene.

Effetti termici; ’effetto termico dipende essenzialmente da due fattori: le
caratteristiche di assorbimento del mezzo biologico e la riflessione dell’energia
a livello dell’interfaccia tra tessuti a differente impedenza acustica.
Il passaggio di ultrasuoni attraverso i tessuti “molli” crea un innalzamento della
temperatura per: - assorbimento legato alla viscositĂ , - assorbimento dovuto
alla conduttività termica e –assorbimento chimico.

Effetti chimici: l’azione chimica con modificazione del ph locale e della
permeabilità delle membrane cellulari e con cambiamenti molecolari è
provocata dalle notevoli forze di accelerazione alle quali le particelle dei tessuti
sono sottoposte al passaggio dell’onda ultrasonica.

Effetti di cavitazione: la cavitazione è la capacità degli ultrasuoni di generare in
un fluido piccole bolle del gas disciolto con successivo aumento di dimensione e
possibile esplosione delle bolle. Da un punto di vista istologico il risultato è una
distruzione cellulare irregolare con emorragia di tipo petecchiale. A dosaggi
terapeutici le reazioni distruttive come l’emolisi si verificherebbero solo in
presenza di bassa concentrazione cellulare e bassa viscositĂ  del mezzo, come a
livello dell’occhio e dell’utero.
Indicazioni terapeutiche
Tutte le patologie dell’apparato locomotore in cui si desidera un effetto
antalgico. Nelle sciatalgie e nevriti in genere (intensitĂ  ridotta ed irradiazione
lungo la proiezione cutanea del tronco nervoso da trattare). Nella periartrite
scapolo-omerale la terapia con ultrasuoni è in grado di disgregare le
calcificazioni e di favorire il riassorbimento delle deposizioni di sali di calcio.
Nella epicondilite, nel morbo di Dupuytren. E’ utile per migliorare l’efficacia
delle sedute di cinesiterapia.

Richiedi informazioni

Nome e Cognome:

Email:

Telefono:

Messaggio:




Leggi informativa sulla Privacy

Informativa sulla Privacy

Ai sensi del D. Lgs. 196/03, i dati raccolti verranno utilizzati esclusivamente per informare periodicamente in merito alle attivitĂ  ed alle iniziative di PhysioProject - STUDIO PROFESSIONALE FISIOTERAPICO di BARBARA LOMBARDI dott.ssa in fisioterapia e non verranno diffusi a terzi.

Il conferimento dei dati è facoltativo, tuttavia senza riferimenti personali non sarà possibile fornire i servizi richiesti. L'interessato può esercitare i diritti di cui all'art. 7 del D. Lgs. 196/03. Il titolare del trattamento dati è PhysioProject - STUDIO PROFESSIONALE FISIOTERAPICO di BARBARA LOMBARDI dott.ssa in fisioterapia

Acconsento

Invia richiesta